Tetenal Centrabrom, che fine ha fatto ??

si parla di pellicole, processi, materiali, attrezzature, sviluppo, stampa, fotografia analogica

Moderatori: Emilio Vendramin, Riccardox, Massimiliano Liti, Sergio Frascolla, Michele Azzali, Marco Pampaloni

Rispondi
Augusto Lucchini
Messaggi: 120
Iscritto il: dom giu 24, 2007 8:36 am
Località: Sansepolcro (AR)

Tetenal Centrabrom, che fine ha fatto ??

Messaggio da Augusto Lucchini » mer mar 09, 2022 8:44 am

Buongiorno,
ripreso a stampare dopo un periodo di relativa "fiacca" necessito di stampare un negativo Rollei Infrared che mostra, a causa di un leggero sovrasviluppo, i toni alti al limite della bruciatura.
Trattandosi poi di un ritratto ed avendo usato un filtro rosso i toni della pelle al sole risultano sovraesposti.
A suo tempo ricordo di aver stampato negativi con una gamma tonale molto estesa con mix di centrabrom ed eukobrom, o solo col primo in alcuni casi, ottenendo risultati molto soddisfacenti.
Ho provato a cercare in rete questo sviluppo ma aime' ... non ve ne è traccia.
Mi domandavo se qualcuno ne ha notizie e/o del caso se avete esperienza di sviluppi dalle stesse caratterisriche.
Grazie a quanti vorranno aiutarmi
Augusto
Augusto Lucchini

Avatar utente
Walter
Messaggi: 40
Iscritto il: mer feb 24, 2010 11:38 pm
Località: Firenze

Re: Tetenal Centrabrom, che fine ha fatto ??

Messaggio da Walter » mer mar 09, 2022 7:46 pm

https://tetenal.it/sviluppi-carta-b-n/5 ... tenal.html

https://www.ars-imago.com/shop/tt100296 ... ,5335,5336

Il CENTRABRON sembra sparito e per quello che ho letto, in giro non si trova niente di simile. L'alternativa è reperire la formula e giocare al "piccolo chimico"..... con attenzione e sapendo come maneggiare i prodotti.
Qualcuno propone di farsi in casa il Selectol soft (cerca ricetta) e comunque dicono sia un po' diverso.... a quel punto suggeriscono di usare i Beers ma non saprei aiutarti oltre.

Vedi se può esserti utile
https://www.analogica.it/metodo-dr-beers-t15057.html
Walter

Avatar utente
Emilio Vendramin
Site Admin
Messaggi: 8495
Iscritto il: mar ago 28, 2007 6:53 pm
Località: Ancona
Contatta:

Re: Tetenal Centrabrom, che fine ha fatto ??

Messaggio da Emilio Vendramin » sab mar 12, 2022 10:27 pm

A parte qualche "sconfinamento" come quello per cui, mosso da curiosità, ed anche un po' da pigrizia, mi ha fatto stampare, negli ultimi giorni con un bagno già pronto (Bellini D100) di solito uso uno sviluppo che preparo da me.
Si tratta della formula di Beers, che è stata citata in questa discussione, rivisitata dal mio maestro di camera oscura.
Si tratta di preparare due soluzioni concentrate ( A e B), da diluire in acqua, in proporzioni variabili a seconda del grado di contrasto che si desidera ottenere, secondo la logica che segue:

Gradazione (contrasto). Sol. A. + Sol B. + acqua
1. 500. 0. 500
2. 435. 65. 500
3. 372. 128. 500
4. 310. 190. 500
5. 250. 250. 500
6. 190. 310. 500
7. 128. 372. 500

Il controllo del contrasto ottenibile con le diverse soluzioni è, per la mia esperienza, minimo.
Per cui, dopo diverse prove, di norma utilizzo sempre la miscela di cui alla " gradazione" 5.

Ovvio che, con le carte a contrasto variabile, sempre per la mia esperienza, vanno sempre impiegati gli appositi filtri.

I grandi pregi di questa "preparazione" sono:

>>> elevata conservabilità sia delle soluzioni concentrate che diluite;

>>> controllo maggiore dello sviluppo, perché il processo (il massimo nero ottenibile) - che con gli sviluppi in commercio si realizza, per carte baritate, in 60/90/120 sec. - può durare normalmente da 3 a 5 minuti, spingendosi a volte fino ad 8;

>>>grande convenienza economica.

Concludo con le formule delle due soluzioni.

Soluzione A
-metolo (metapol) gr. 8
-sodio solito anidro gr. 23
-sodio carbonato gr. 24
-potassio brumuro (sol. 10%) cm3. 11
-acqua per fare litri 1 q. b.

Soluzione B
-sodio solito anidro gr. 23
-idrochinone gr. 8
-sodio carbonato gr. 32
-potassio bromuro (sol. 10%) cm3. 11
-acqua per fare litri 1 q. b.

I componenti delle soluzioni, utilizzati durante la preparazione, sono sostanze potenzialmente pericolose, che vanno utilizzate con attenzione, in ambiente areato.

Sperando di essere stato utile.......
CIAO - WETZLAR 2011 ... io c'ero.
http://www.emiliovendramin.it/

Rispondi