EYE-D by Anna Gabriel

qui si parla di libri da leggere, film da vedere e grandi autori, si possono scaricare le nostre pubblicazioni

Moderatori: Emilio Vendramin, Riccardox, Massimiliano Liti, Sergio Frascolla, Michele Azzali, Marco Pampaloni

Rispondi
Avatar utente
Emilio Vendramin
Site Admin
Messaggi: 8495
Iscritto il: mar ago 28, 2007 6:53 pm
Località: Ancona
Contatta:

EYE-D by Anna Gabriel

Messaggio da Emilio Vendramin » gio gen 13, 2022 5:22 pm

Anna Gabriel è la figlia di Peter Brian Gabriel, già nel gruppo Genesis e poi una lunga carriera da solista.
Incuriosito più dal nome della fotografa che dal titolo, in una libreria di Roma ne ho sfogliato una copia, che poi ho acquistato.
E sono contento di averlo fatto.

Il libro raccoglie cinquantuno scatti fotografici, primi piani dove emerge l’occhio.
Ma in ogni pagina c'è di più.
Ognuno dei soggeti fotografici viene "presentato" con una foto tessera (in molti casi una vera foto presa da un passaporto ed opportunamente elaborata da Saul Palomo)
In alcuni casi all'immagine principale sono affianche alcune foto realizzate durante il backstage.

Le persone fotografate, di cui ometto qui l'elencazione, sono per la maggior parte di un mondo dove l'autrice è pututa entrare, credo, grazie alla sua nascita.
Solo per citarne alcuni ci sono Helena Christensen, Willem Defoe, Johnny Depp, The Edge, Mick Fleetwood, lo stesso Peter Gabriell, Noel Gallagher, Annie Lennox, ecc ecc ecc

Alla cerimonia a Milano, lo scorso ottobre per il lancio del volume, Alfredo Marziano (traduttore dell'edizione italiana) ha così commentato: "...Dovessi dire quali siano le immagini che mi hanno più colpito opterei per le due che accostano da una parte Peter Gabriel con in mano una tazza di the e dall’altra parte Youssou N’dour, come se fossero l’occhio di destra e quello di sinistra. Un accostamento che richiama il forte legame d’amicizia tra i due. Tra le altre immagini che lasciano il segno c’è quella molto triste di Shane MacGowan dei Pogues e quelle di Amadou and Mariam, artisti del Mali entrambi ciechi che nella foto portano occhiali scuri in cui si riflettono le immagini dell’altro, con un effetto molto suggestivo....." (1)

Gli occhi parlano per noi anche quando non lo facciamo.
Dicono a volte cose che vorremmo tenere nascoste o che non riusciamo a dire.
Dai primi piani emerge in tutta la sua complessità, la natura umana, in maniera sincera.
L'occhio non puoi metterlo in posa per celare la tua vera natura.
Sfogliando queste pagine, comincio a credere che veramente sia lo "specchio dell'anima"

Nella presentazione del libro Peter Gabriel scrive: "...«Una delle funzioni dell’arte dovrebbe essere quella di permetterti di vedere in un modo nuovo ciò che già conosci, ed è esattamente questo che Anna è riuscita a fare così bene in questo libro. Molti di questi volti vi risulteranno familiari, ma queste foto non sono né ritratti costruiti con cura né scatti casuali. Sono primi piani: come quando si sbircia attraverso una porta lasciata socchiusa, ci offrono uno sguardo furtivo su un mondo privato e interiore...." (2)

Marchio: Rizzoli Lizard
Collana: Lizard
Prezzo: 29.00 €
Pagine: 216
Formato libro: 26.0x26.0x1.6
Tipologia: CARTONATO
Data di uscita: 12/10/2021
ISBN carta: 9788817159500

Crediti
(1)-www.spettacolo.it 2021/10/25
(2)-prefazione EYE-D
CIAO - WETZLAR 2011 ... io c'ero.
http://www.emiliovendramin.it/

marknoll
Messaggi: 565
Iscritto il: mer mag 09, 2007 8:35 pm
Località: Treviso

Re: EYE-D by Anna Gabriel

Messaggio da marknoll » mar feb 08, 2022 5:45 pm

Sì, bello. L'ho preso anch'io e mi sono divertito a sfogliarlo al contrario, dall'ultima alla prima pagina per giocare a riconoscere il personaggio dallo sguardo. E devo dire che il non essere giovanissimo aiuta parecchio.
Mark Knoll

Rispondi