Colormunki, ne vale la pena?

Qui tutti gli interventi che riguardano stampanti, carte, profili, flussi lavoro ecc ecc

Moderatori: Riccardox, Emilio Vendramin, Massimiliano Liti, Marco Pampaloni, Michele Azzali, sergio frascolla

GennaroVerolla
Messaggi: 89
Iscritto il: mer apr 17, 2013 9:43 pm

Re: Colormunki, ne vale la pena?

Messaggioda GennaroVerolla » sab dic 20, 2014 8:56 am

Grazie per l' intervento.
Mi trovi d'accordo su tutto, ma per le stampe in BN è opportuno creare dei profili specifici?

BigBlock46
Messaggi: 514
Iscritto il: mer apr 27, 2011 3:37 pm

Re: Colormunki, ne vale la pena?

Messaggioda BigBlock46 » lun dic 22, 2014 7:56 pm

Direi che basterebbe avere la stessa corrispondenza monitor stampante per avere già ottimi risultati
Massimiliano
Fotografo la realtà ma non la trovo , cerco sempre oltre.
A volte esiste ,altre volte no , ma continuo a cercare ...

LuigiSauro
Messaggi: 9
Iscritto il: lun apr 11, 2016 3:49 pm

Re: Colormunki, ne vale la pena?

Messaggioda LuigiSauro » mer apr 20, 2016 11:24 pm

Lo uso da un paio di anni, prendilo è eccezionale!


È quando vedi cose che gli altri non vedono che non sei pazzo, ma un bravo fotografo.
www.luigisauro.com

alessioblve
Messaggi: 16
Iscritto il: sab gen 02, 2016 11:58 pm

Re: Colormunki, ne vale la pena?

Messaggioda alessioblve » gio apr 21, 2016 11:04 am

Secondo me vale sempre la pena farsi i profili in proprio ... ColorMunki è un ottimo prodotto e le differenze con I1 e il Barbieri LFP che abbiamo in laboratorio non sono poi così marcate. La differenza la fà la precisione della misurazione riferita a una certificazione dei colori e non l'acquisizione finalizzata alla creazione di un profilo icc per stampare (il numero di patch è importante ma non fondamentale), certo ci sono delle differenze ma, la cosa più importante è usare monitor di buona fattura impostati a 80 candele/m, usare (per la stampa su carte fine art) un illuminante D50 e configurare Photoshop correttamente ... discorso diverso è se si usano carte lucide e/o con azzurranti (obas) che richiedono la profilatura con spettrofotometri dotati di filtro UV e illuminazioni MO, M1, M2, o M3 che il colormunki non può fare.
i Profili Canned (quelli scaricati dal produttore) sono fatti in ambienti diversi dai vostri e con stampanti che hanno lavorato (usura) diversamente dalle vostre, pertanto non saranno mai precisi, nel colore la differenza spesso non si nota ma il b/n che è più critico potrebbe avere dominanti o tendenze di colore difficili da gestire ... nel mio sito ho messo tutti i parametri da tenere in considerazione, nel link seguente trovate un approfondimento del discorso delle illuminazioni M0, M1,M2,M3 ...

http://www.osservatoriodigitale.it/inde ... &Itemid=23

infine vi suggerisco di prendere l'ultimo numero di REFLEX di aprile ove Marco Olivotto spiega in modo chiaro ed esaustivo i problemi inerenti l'uso di profili e spazi colore ...

Alessio

Avatar utente
Riccardox
Moderatore
Messaggi: 7406
Iscritto il: mer mag 07, 2008 2:41 am
Località: Trieste

Re: Colormunki, ne vale la pena?

Messaggioda Riccardox » gio apr 21, 2016 9:31 pm

LuigiSauro ha scritto:Lo uso da un paio di anni, prendilo è eccezionale!


È quando vedi cose che gli altri non vedono che non sei pazzo, ma un bravo fotografo.
http://www.luigisauro.com

Ciao Luigi, com'è buona norma qui nel nostro forum, ti invito ad una breve presentazione alla sezione Wetzlar caffè.
Riccardo
riccardox.2@libero.it
http://riccardomasi.tumblr.com/

I work by impulse. No philosophy. No ideas. Not by the head but by the eyes.
Instinct is the same as inspiration.

Manuel Alvarez Bravo

LuigiSauro
Messaggi: 9
Iscritto il: lun apr 11, 2016 3:49 pm

Re: Colormunki, ne vale la pena?

Messaggioda LuigiSauro » ven apr 22, 2016 11:47 am

Grazie Riccardo, onestamente Emilio mi aveva accennato la cosa ma ho risposto d'impulso :-)


È quando vedi cose che gli altri non vedono che non sei pazzo, ma un bravo fotografo.
www.luigisauro.com


Torna a “PRINTERS & PRINTING”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti