Otttiche vintage su digitale

fotocamere che possono utilizzare ottiche Leitz/Leica, monitor, scanner, software fotografico

Moderatori: Emilio Vendramin, Riccardox, Massimiliano Liti, Michele Azzali, sergio frascolla, Marco Pampaloni

Avatar utente
cesaremalaguti
Messaggi: 235
Iscritto il: mer ago 29, 2012 3:11 pm

Otttiche vintage su digitale

Messaggioda cesaremalaguti » gio mar 01, 2018 11:46 am

Ottiche vintage su digitale

Utilizzo con soddisfazione molte ottiche leica M, leica R, Voigtlander su Sony A7 e su Leica M9.
La resa qualitativa varia dai sensori, dai pixel o altro? In analogico la variante può essere solo la pellicola, ma in digitale? Spesso viene evidenziato il fatto che è studiata una ottica proprio per quella fotocamera.
Per esempio la resa è migliore con una Sony A7rIII con oltre 40 Mpixel rispetto ad una Sony A7s con solo 12 Mpixel?
Saluti, Cesare M.

Avatar utente
sergio frascolla
Moderatore
Messaggi: 9365
Iscritto il: mar mar 11, 2008 9:51 am
Località: GENOVA

Re: Otttiche vintage su digitale

Messaggioda sergio frascolla » ven mar 02, 2018 4:49 pm

Hai detto niente.......
Tutte le variabili hanno il loro peso, inclusa la personale estetica del fotografo.....
Da un punto di vista tecnico, base necessaria per un discorso estendibile, la migliore accoppiata parte da una macchina studiata per montare obbiettivi non telecentrici, come appunto sono i vintage.
La M8 e ottima in questo, col suo sensore non full frame, che elimina colour fringing, le microlenti che verticalizzano i raggi di luce obliqui ed il CCD che dona forse un risultato più aderente a quelli ottenuti con pellicole.
Permette tra l'altro Delle digressioni interessanti e soddisfacenti nel campo della fotografia all'infrarosso, grazie al più sottile filtro mai messo davanti al sensore.
M9 e successive ricalcano, con variazioni, quanto detto per la 8, ma il full frame rende poco o niente utilizzabili alcuni obbiettivi un tempo estremi come il super angulon 21 3,4 che hanno i bordi registrati in modo inguardabile e difficilmente correggibile.
Altre marche di fotocamere , di solito, non riescono altrettanto bene, salvo accoppiate fortunate sempre possibili e privilegiando focali medio alte.
I sensori con elevato numero di pixel hanno si maggiore potere, ma tendono anche a mostrare con molta impietosita' errori umani e\o difetti , aberrazioni, scarsa adattabilità al digitale su vetri prodotti mezzo secolo prima, tra l'altro usati per altrettanto tempo.....
Concludendo, per menla scelta migliore resta la M8, od una macchina con caratteristiche simili, il front rank lo lascerei a vetri più moderni.
Un cordiale saluto.
Sergio Frascolla.
Louis, credo che questo sia l'inizio di una bella amicizia

Wetzlar 2011, io c'ero !

Avatar utente
cesaremalaguti
Messaggi: 235
Iscritto il: mer ago 29, 2012 3:11 pm

Re: Otttiche vintage su digitale

Messaggioda cesaremalaguti » ven mar 02, 2018 8:44 pm

Grazie Sergio, mi fa piacere, in un periodo di stallo nel nostro forum che ci ancora qualcuno che riesce a coinvolgersi rispondendo a provocazioni come la mia, anche se noto tra le righe e con piacere che sei un tifoso della M8. Io con la M9 (sono in attesa che ritorni da Wetzlar) ho fatto degli scatti con il 12 mm della Voigtlander e, a parte una trascurabile presenza di magenta agli angoli, mi hanno soddisfatto e desidererei postarli se non fossi impedito in queste operazioni. Se ti fa piacere posso mandarli via email e poi tu, se vuoi, le posti sul forum (ma l'indirizzo...), Un caro saluto Cesare M.


Torna a “OGM & DIGITAL”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti